Salvaguardare la salute dei propri occhi è importante, soprattutto durante la stagione estiva. Con gli occhi non si scherza! Le regole d’oro per tutti.

I disturbi oculari dell'estate

Con l’arrivo dell’estate si parla spesso di prevenzione dermatologica con prodotti specifici per proteggersi dal sole e dal caldo, ma poco si parla della necessità di proteggere gli occhi durante i mesi estivi. Infatti, in questa stagione, i raggi solari hanno una potenza maggiore e dal momento che si trascorre molto più tempo all’aria aperta è bene avere qualche accortezza in più per proteggere la vista nel migliore dei modi e prevenire eventuali danni e fastidi.

I fattori che mettono a rischio la salute oculare sono:

  • Temperature elevate
  • Esposizione alle radiazioni ultraviolette
  • Aria condizionata
  • Acqua della piscina e del mare

Questi elementi possono contribuire allo sviluppo di patologie oculari a breve, medio e lungo termine, alcune delle quali molto gravi come:

  • Infezioni
  • Congiuntivite
  • Occhio secco
  • Irritazioni
  • Foto-cheratite (ustione della cornea)
  • Cataratta
  • Degenerazione maculare

In particolare, secondo l’OMS, uno dei problemi maggiormente diffusi, in base a delle indagini condotte nel 2016, è la Sindrome dell’occhio secco che incide sul 48% della popolazione adulta. Oltre alla sindrome dall’occhio secco, durante l’estate aumentano anche i casi di forti irritazioni, infezioni e congiuntiviti. La salute degli occhi viene dunque messa a dura prova e indebolita, favorendo la formazione di problemi ben più gravi come la cataratta, la foto-cheratite e la degenerazione maculare.

Come proteggere gli occhi

Come è possibile dunque proteggere gli occhi durante l’estate e prevenire l’insorgere di danni temporanei o permanenti alla vista? Ecco, qui di seguito, i consigli degli esperti.

proteggere occhi d'estate

Occhiali da sole e cappello a tesa larga aiutano a proteggere gli occhi dai raggi UVA e UVB.

  • Indossare occhiali da sole

Gli occhiali da sole dovrebbero essere usati sia quando il cielo è sereno, sia nelle giornate nuvolose. É consigliato indossare anche un cappello con visiera per fornire maggiore protezione agli occhi, specialmente in età pediatrica. Gli occhiali da sole devono essere certificati e avere dei filtri a norma di legge. Sceglieteli lasciandovi consigliare dal vostro Ottico di fiducia, con delle lenti che siano in grado di bloccare almeno il 99% dei raggi UVB e il 95% degli UVA.

  • Evitare lunghe esposizioni al sole

L’esposizione solare dovrebbe essere ben dosata durante la giornata, evitando le ore più calde per prevenire varie complicazioni da calore. Altra cosa importante è evitare di guardare direttamente il sole, anche se si indossano occhiali da sole. Utilizzate un’adeguata protezione solare anche su palpebre e contorno occhi.

  • Evitate di strofinarvi gli occhi

Mai strofinarsi gli occhi se entrano sabbia, polvere, o semplicemente un moscerino. Sfregandoli, infatti, si rischia di danneggiare irreparabilmente la cornea e di aumentare solo il bruciore. La cosa migliore da fare è sciacquare delicatamente l’occhio con un po’ d’acqua potabile e, se il disturbo persiste, consultare un oculista il prima possibile.

  • Ridurre l’utilizzo delle lenti a contatto

Per limitare l’effetto degli agenti atmosferici e prevenire arrossamenti oculari e infezioni è consigliabile evitare l’uso di lenti a contatto. La salinità dell’acqua di mare altera l’osmosi e tende a fare asciugare le lenti a contatto, che perdono così le loro caratteristiche essenziali. Inoltre, si può essere esposti più facilmente a infezioni, veicolate dalla lente stessa, se questa non viene trattata in modo adeguato dopo il bagno.

Anche il vento e le elevate temperature, che alterano l’assetto del film lacrimale, possono interferire con le lenti a contatto, riducendone la tollerabilità. Le lacrime artificiali, se usate con frequenza, possono aiutare a mantenere l’occhio idratato. Per questo motivo è preferibile ridurne l’utilizzo e preferire le lenti a contatto giornaliere

Se gli accorgimenti non bastano...

Con le misure sopra elencate è possibile prevenire molti dei problemi che tendono a colpire gli occhi durante l'estate. Ma, qualora anche dopo questi accorgimenti si avverta un senso di disagio, irritazione, arrossamento, secchezza, lacrimazione eccessiva, dolore, ecc.,  una visita dallo specialista diventa fondamentale per comprendere la natura del fastidio e agire tempestivamente sul problema.

Ricordatevi infine che è sempre importante bere molta acqua perché, con le elevate temperature, il nostro corpo può disidratarsi più velocemente e potrebbe risentirne anche la vista.

Ora non vi resta che andare a mettervi il costume e godervi l’estate!