Gli occhi che cambiano colore: esistono oppure si tratta di una leggenda metropolitana? Innanzitutto bisogna chiarire una cosa: in linea di massima il colore degli occhi tende a essere sempre lo stesso per tutto l’arco della vita di una persona. Ci sono però alcune circostanze particolari.

Come la luce: esistono alcuni tipi di occhi che quando vengono sottoposti a una particolare luce sembra che cambino di colore. In realtà a cambiare è solo la tonalità, mentre il colore di base ovviamente resta invariato. Solitamente è una caratteristica degli occhi chiari (come verde e azzurro). Però l’effetto è sicuramente sorprendente.

Prendete gli occhi verdi come esempio. In una giornata di sole potranno apparire molto più chiari di quanto non siano, mentre in una giornata nuvolosa possono anche sembrare grigi. Al contrario, gli occhi neri non subiscono l’effetto delle variazioni dovute alla luce.

Come gli occhi cambiano colore?

In alcuni casi il colore degli occhi può variare per ragioni legate ai cambiamenti ormonali all’interno del corpo. Infanzia, pubertà e maternità sono i casi principali, oppure può avvenire in seguito a traumi. In tutti questi casi però si tratta comunque di cambiamenti minimi.

Diverso il caso per quanto riguarda invece neonati e bambini. Nei bambini infatti il colore dell’iride tende a stabilizzarsi intorno al primo anno di età. Ma non si tratta di una regola fissa: può infatti anche capitare che nel bambino il colore si stabilizzi molto più tardi, intorno ai tre anni di età circa.

C’è poco da fare: gli occhi che cambiano colore non esistono. O quantomeno non esistono nel modo in cui si pensa. Ciò però non vuol dire che il colore dei vostri occhi è destinato a restare sempre lo stesso: per cambiare potete anche ricorre a una pratica soluzione come le lenti a contatto colorate.

LAC come quelle che potete trovare qui di seguito, suggerite da 123Optic.com:

ClearVision Classic Color

Queen's Solitaire

Soflens Natural Colors