Esistono in commercio diversi tipi di lenti a contatto morbide. Ognuno di questi ha caratteristiche proprie, e sono da usare in circostanze diverse.

Del resto le lenti a contatto morbide sono probabilmente la tipologia più diffusa e apprezzata di lenti a contatto. E questo soprattutto per le sue caratteristiche: si tratta infatti di un tipo di lente a contatto molto pratico, indicato per tutti coloro che praticano sport o che in generale hanno una vita molto attiva.

Le lenti a contatto morbide si dividono in due tipi: non idrofile e idrofile. Le lenti a contatto morbide non idrofile hanno comunque un buon grado di permeabilità all’ossigeno (cioè la capacità di essere attraversate dall’ossigeno). Ma come suggerisce il nome stesso tendono a respingere l’acqua: per questo motivo non sono particolarmente indicate per l’applicazione sulla cornea dell’occhio.

Invece le lenti a contatto morbide idrofile possono garantire sia un ottimo grado di idrofilia, sia la permeabilità all’ossigeno: in tal modo riescono sempre a fare in modo che l’occhio sia idratato e ossigenato. Da un punto di vista commerciale sono quelle più utilizzate e diffuse.

E questo tipo di lenti a contatto è anche detto disposable, ovvero a cambio frequente. Infatti le lenti a contatto morbide sono disponibili nelle versioni giornaliere, quindicinali e mensili.

Le lenti a contatto morbide esistono di diversi tipi e possono rispondere alle più diverse esigenze. Però prima di sceglierle bisogna sempre consultarsi con il proprio oculista oppure con il medico oculista.

Questi sono i principali tipi di lenti a contatto morbide. E di seguito potete trovare alcuni prodotti suggeriti per voi da 123Optic.com:

1-Day Acuvue Moist

Frequency 55 Aspheric

Clearvision Hydragold